Consumo di carne in polonia 2014

La carne stessa viene abitualmente utilizzata in senso culinario ed è la definizione di un conglomerato di tessuto, di cui è essenziale il tessuto muscolare, prodotto da animali da macello o da selvaggina. La maggior parte delle persone nel continente europeo considera la carne l'unica fonte di grandi fattori alimentari che arricchiscono la dieta quotidiana con proteine, mentre i grossisti di carne pagano per la fornitura di prodotti di origine animale ai consumatori. & nbsp; La carne come elemento del cibo umano proviene già da momenti preistorici, quando il consumo di proteine ​​animali si è rivelato un modo efficace per fornire all'organismo molta energia. Probabilmente il passaggio al consumo di carne si è verificato nella stagione della glaciazione, quando era più difficile comprare cibo vegetale e mangiare carne diventava una bevanda dagli elementi caratteristici della sopravvivenza.

L'attività dei grossisti di carne viene a volte boicottata da altri movimenti vegetariani, i cui rappresentanti stanno mangiando prodotti a base di carne per il lavoro non etico, come conseguenza dell'omicidio di organismi viventi. L'emergere del vegetarianismo è stato creato con attenzione alle dimensioni amichevoli e salutistiche della produzione di cibo basata sull'abbattimento degli animali da macello, in particolare sugli animali immagazzinati in condizioni di agricoltura industriale. L'esistenza del vegetarismo minaccia in qualche modo l'esistenza dei grossisti di carne, perché si tratta quindi di promuovere una dieta senza carne. Bene, il vegetarianismo presenta un'esclusione consapevole e positiva dalla dieta quotidiana della carne, in ultimo anche pesce e frutti di mare.

Il veganismo è la fazione più radicale del vegetarismo, che consiste nell'evitare qualsiasi prodotto di origine animale, o non solo carne, uova, latte e latticini. È il movimento corrente di essere associato a certi tratti religiosi, perché il vegetarianismo stesso si è sviluppato nel secondo millennio aC. nell'area del subcontinente indiano, dove era strettamente religioso. I vegetariani europei sono apparsi solo nel VI secolo aC, e Pitagorici considerano gli iniziatori di praticare una dieta senza carne come non etici. Nonostante le molte ragioni di natura pura e buona per quanto riguarda il vegetarismo, la maggior parte della gente mangia ancora carne per gli ultimi motivi, come nell'ora glaciale. Prima che le controparti dei prodotti proteici animali siano preparate in modo soddisfacente per gli utenti, il consumo di carne sarà ancora uno standard, ei grossisti di carne avranno a che fare con un gran numero di clienti per un lungo periodo.